Home
La scena del sacro - Presentazione


La struttura del libro è chiara: un capitolo introduttivo evidenzia il ruolo di Montecassino come punto di partenza del rinnovamento artistico. Qui è soprattutto notevole il confronto con gli antichi pavimenti bizantini in opus sectile. In merito al dibattito sull’importanza del cenobio cassinese per la rinascita dell’arte medievale romana la posizione dell’autrice è, a mio parere, ben ponderata e ben spiegata.
Nel capitolo successivo viene illustrata con chiarezza e profonda conoscenza della letteratura l’attività delle botteghe dei marmorari a Roma nei secoli XII e XIII.
Il terzo capitolo, di notevole interesse, affronta lo studio degli inventari storici e archeologici. Vi si presentano le peculiarità iconografiche della scultura, con particolare riferimento ai pulpiti. Il dibattito critico, instaurato da Dorothy Glass, Francesco Gandolfo, Valentino Pace e altri studiosi, circa la forza semantica dei rilievi con Giona e la balena, la maschera barbuta e, ancora, circa l’impiego di fiere come sostegni o inserite nella decorazione, diviene qui funzionale a una sintetica e convincente considerazione d’assieme della scultura che ha a che fare più con l’Italia meridionale che con Roma.
La sezione più corposa del volume si intitola felicemente “Disiecta membra” e raggruppa in singole “monografie” ventiquattro luoghi con inventari di chiese, alcune delle quali fino ad oggi considerate a stento dalla letteratura critica. Ciascuna parte di questa sezione si legge con profitto e moltissime sono le novità. Nel complesso la schedatura fornisce un quadro confrontabile con quello di Roma nello stesso periodo, dove è documentata la ristrutturazione degli edifici ecclesiastici con lussuosi arredi liturgici interni. Di particolare rilievo sono le indagini sulle situazioni di Anagni, Ferentino, Segni e Terracina.

Concludendo desidero esprimere ancora il massimo apprezzamento per questo pregevole lavoro, con il quale la giovane autrice dimostra di essersi incamminata nella giusta strada degli studi sul Medioevo. Sono convinto che per chiunque vorrà approfondire la conoscenza dell’arte nell’Italia centro-meridionale il presente volume è destinato a diventare un indispensabile strumento di studio e di ricerca. 


FRONTESPIZIO

 INDICE

 

 INTRODUZIONE

     

Torna a Segnalazioni



 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.