Home
Villamagna: chiusura della campagna di scavo 2007


Il saggio nell’area di fronte all’esedra (figg. 5-9) ha riservato ulteriori sorprese: come già evidenziato il mese scorso, le strutture romane risultano sconvolte da spoliazioni di età medievale, probabilmente collegate alla presenza di una calcara sulle costruzioni. Tuttavia, scavando più in profondità, sono stati rilevati vari ambienti, su un lato fiancheggiati da una grande stanza di forma allungata, sull’altro – opposto rispetto all’attuale accesso dal viale alberato – resi accessibili da un’ampia scalinata, decorata da un mosaico in marmo bianco (figg. 7-8), che sicuramente costituisce una delle scoperte più emozionanti di questa seconda fase della campagna di scavo 2007. Dai calcoli effettuati sulla base della consistenza dei muri, gli archeologi ritengono di aver portato in luce circa la metà di una scala che conduceva probabilmente alle strutture che si innalzavano su quelle, oramai scomparse, dell’area non ancora scavata. Una seconda scala, meno monumentale, disposta ortogonalmente rispetto alla prima, più stretta e rivestita in mattoni (fig. 9), conduce sotto le arcate del casale. È plausibile ritenere che si tratti di una scala secondaria, riservata al personale di servizio, che induce a sospettare una sorta di gerarchizzazione degli spazi all’interno della villa, con zone di rappresentanza e altre di servizio.
All’interno di questo saggio è stata rinvenuta una testa-ritratto di uno dei Valentiniani, verosimilmente Valentiniano II, imperatore fra il 371 d.C. circa e il 392 d.C. Il frammento scultoreo, insieme a quello proveniente da un butto medievale e rappresentante Herakles che ghermisce un’Amazzone, risulta estremamente interessante per la storia del sito, più che mai perché, come ricordato dal dottor Maiuro, già nell’Ottocento si lamentava l’insolita – data la proprietà imperiale della villa – mancanza di ritrovamento di statue all’interno del casale.


5 

6 

7 

8 

9



 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.