Home
Villamagna: chiusura della campagna di scavo 2007


LA NUOVA ZONA DI SCAVO
La dottoressa Serena Privitera ha illustrato le indagini condotte nel campo adiacente il casale ottocentesco (figg. 17-19). Gli eccezionali ritrovamenti del mese scorso, inerenti il basolato di una strada romana e probabilmente una torre di difesa o avvistamento con terrapieno, forse ascrivibile al periodo delle guerre greco-gotiche, si sono arricchiti di nuovi elementi.
In merito alla strada romana è stata rettificata l’ipotesi presentata lo scorso giugno: ora si suppone, infatti, che essa possa corrispondere alla strada che sotto Settimio Severo subì un rifacimento del basolato, citato in un’epigrafe conservata nel Lapidario della Cattedrale di Anagni.
Adiacente alla strada è stata ipotizzata la presenza di un porticato, probabilmente decorato da alcune lesene, crollato, presumibilmente, in seguito ad un incendio, come si deduce da alcuni resti di travi di legno carbonizzati (fig. 18). Dietro questa struttura sono stati indagati gli strati di distruzione dei muri di alcuni ambienti (fig. 19), già notati durante i rilievi magnetometrici effettuati a novembre. 


17

18

19 

            

Torna a Anagni, Villamagna 
 
Torna a Scavi archeologici



 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.