Home
L'offerta agli dei - Relazione


Dalla zona di Colle Marena-Falascosa, presso San Vittore del Lazio,furono scoperti due grossi massi, ognuno con una faccia squadrata da un lato ed un incavo emisferico di circa 50 cm di diametro dall’alto. Le due pietre sono perfettamente combacianti e formavano una cavità sferica che comunicava con l’esterno attraverso una fessura. Nel 1973 Giannetti supponeva che il pezzo fosse parte di un thesaurus, connesso ad un tempio. L’esistenza di un edificio cultuale era ipotizzata sulla base del ritrovamento di una serie di suppellettili votive, rinvenute all’interno di probabili favissae (GIANNETTI 1973).

Una volta elencati i thesauri presenti nel Latium Adiectum occorre fornire una definizione di questo tipo di manufatto e chiarire quale funzione avesse. Con questo termine si usava indicare nella Grecia classica un piccolo tempio in antis che una città dedicava all’interno dei santuari, destinati a contenere gli arredi necessari alle cerimonie di  culto e alle processioni. Il termine assunse anche altri significati, tra cui quello di indicare le cassette per le offerte.
I confronti tra i thesauri  del Latium Adiectum ed altri rintracciati all’interno e all’esterno dei confini italici, permettono di definire le tipologie degli stessi e gli elementi che li compongono. Kaminsky (KAMINSKY 1991), nel suo studio sui thesauroi di area greca, individua tre tipologie e trova le medesime caratteristiche anche in area italica.
L’arco cronologico che vede lo sviluppo e la diffusione di questi manufatti coincide con i decenni centrali del II secolo a.C., un periodo ricco di interventi (restauri, costruzioni, etc.) che interessano l’edilizia religiosa e non solo.


RELATORE
Maria Giudici
   MATERIALI
Relazione
Bibliografia
   ANGOLO EXPO
Fernando Rea
Il convivio degli dei
    HOME CENACOLI    



 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.