Home arrow Chi Siamo arrow L'Associazione
ASSOCIAZIONE LATIUM ADIECTUM

Image 


ASSOCIAZIONE LATIUM ADIECTUM
 

L’Associazione Latium adiectum è nata nel 2007 dall’iniziativa di un gruppo di giovani donne – archeologhe e storiche dell’arte – desiderose di trasformare anni di studio e di ricerca scientifica in strumenti con i quali promuovere, divulgare e valorizzare il patrimonio archeologico e storico-artistico del Lazio meridionale, attraverso un progetto ampio e articolato che, nella sua globalità, intende creare degli spazi virtuali (mediante il portale web www.latiumadiectum.it) e delle occasioni reali affinché il mondo della ricerca scientifico-erudita e un’utenza sempre più variegata, accademica ed extra-accademica, possano incontrarsi ed interagire, contribuendo così a stimolare lo studio e promuovere la conoscenza, attraverso formule che, senza rinnegare gli strumenti tradizionali, tengano conto delle nuove tecnologie e dei tempi che cambiano.
I Beni Culturali sono patrimonio comune: in modo creativo, utilizzando tutte le formule e i mezzi a disposizione, individuando di volta in volta il linguaggio più adatto al tipo di interlocutore, fermo restando la qualità scientifica dei contenuti, essi possono essere promossi, valorizzati, “comunicati” a tutti. Questa è la mission dell’Associazione Latium adiectum: aprire al pubblico i risultati e i contenuti della ricerca scientifica in materia di archeologia e storia dell’arte, relativamente al territorio del Lazio meridionale, adeguando linguaggi e tecniche della comunicazione a seconda del target di utenza e rendendo così più accessibile un sapere che spesso rimane di pochi e per pochi. 
L'Associazione Latium adiectum è un'associazione culturale apolitica e non persegue fini di lucro.

 

Cosa abbiamo fatto...

 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.