Home
Forme di sepoltura nel Lazio meridionale

Cenacoli di storia dell'arte 2007-2008
9  Febbraio 2008
Atina, Palazzo Ducale dei Cantelmo, ore 16:30

Image 

Maria Giudici
Forme di sepoltura nel Lazio meridionale
Classi di monumenti decorati con fregio dorico

Nella Valle di Comino e nel Sorano ancora oggi è possibile rintracciare sopravvivenze di monumenti funerari, grossomodo databili tra la fine del II e il I secolo a.C., anticamente situati a dominio dei principali assi viari a servizio del territorio. Studi recenti hanno confermato – precisando e approfondendo certi aspetti – che alcune di queste sepolture erano decorate da fregi dorici.
Dopo aver contestualizzato gli esempi frusinati in rapporto alla più ampia situazione dell’orbe romano – in Italia e fuori – sottolineando la componente autocelebrativa ìnsita nella committenza di simili manufatti, l’incontro offrirà lo spunto per considerare se e come una decorazione di derivazione greca, rielaborata nelle forme e nella simbologia, possa risultare rappresentativa di alcune particolari classi sociali ad Atina e nel Sorano in periodo romano. Sembra infatti che alcuni militari e nobili locali abbiano deliberatamente preso a modello certi sepolcri gentilizi della Roma repubblicana. Successivamente, in altre zone del Lazio meridionale, sorsero mausolei esemplati su ben più imponenti modelli tipologico-strutturali, fermo restando però la presenza del fregio dorico nell’apparato decorativo, forse con l’intento di testimoniare visivamente e quasi garantire la “romanitas” del defunto.


Image Image Image Image

     RELATORE
Maria Giudici
   MATERIALI
Relazione
Bibliografia
  INTERVENTI
Alessandra Tanzilli
Sparsa ac disiecta membra

             
         HOME CENACOLI   
 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.