Home
Oro blu: la memoria dell'acqua

Image


ORO BLU: LA MEMORIA DELL'ACQUA
Trevi nel Lazio (FR), Castello Caetani, Sala Bonifacio VIII
5 Aprile 2008, ore 10 


Questa ricerca intende far conoscere come sin dall'antichità le civiltà appartenenti al Latium Vetus (equi, latini, sabini, ernici, etruschi e romani) siano riuscite a sfruttare al massimo questa preziosa risorsa.
Ciò fu possibile sia per le caratteristiche idro-geomorfologiche del territorio che per la straordinaria abilità di queste popolazioni nel campo dell'ingegneria idraulica. L'acqua analizzata dal punto di vista scientifico, artistico e culturale viene in questo studio messa in relazione al territorio. Quello preso in esame in questa ricerca è l'alta valle dell'Aniene, particolarmente ricco di acque, in cui i romani eressero ben quattro degli undici antichi acquedotti costruiti per portare l'acqua a Roma.
La ricerca è stata realizzata con il contributo della Regione Lazio, della Comunità Montana dell'Aniene, con il concorso del Ministero per i Beni e el Attività Culturali - Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali alla pubblicazione del volume edito dalla casa editrice Esedra. Lo studio è stato eseguito con la collaborazione della Soprintendenza Archivistica per il Lazio.


PROGRAMMA
Saluti
Avv. Silvio Grazioli - Sindaco del Comune di Trevi nel Lazio
Dott. Achille Bellucci - Presidente della Comunità Montana dei Monti Ernici

Relazione
Dott.ssa Rita Padovano - Coordinatrice del progetto e  Presidente dell'Associazione Culturale "Progetto Arkés"

Interventi
Ass. Danilo Campanari - Assessorato Cultura, Sport e Turismo della Provincia di Frosinone
Ass. Paolo Maturilli - Assessorato Turismo della Comunità Montana dell'Aniene
Dott.ssa Maria Grazia Pastura   - Soprintendenza Archivistica per il Lazio

Conclusioni
Ass. Giulia Rodano - Assessorato Cultura, Sport e Spettacolo della Regione Lazio

 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.