Home
Fossanova ieri e oggi


 Privernum - Piperno

Fossanova oggi, come in antico, ricade nel territorio privernate; un territorio plasmato e segnato dalle vicende che accompagnano la storia di Privernum, una città romana di pianura, rimasta in vita fino al medieoevo con il nome di Piperno e poi trasferita, agli inizi del XIII secolo, sul colle che ancora ospita l’attuale Priverno.
Privernum romana era stata preceduta da un’altra Privernum ancora, molto più antica e di origine volsca; i Romani la conquistarono nel IV secolo a.C. dando così vita a uno sviluppo del territorio che portò, intorno alla fine del II secolo a.C, alla fondazione della colonia romana.
Questa fu costruita al centro della fertile vallata dell’Amaseno, in un sito importante per i traffici e i commerci di allora dove, in quest’ultimo decennio, importanti progetti di valorizzazione e regolari campagne di scavo hanno fatto riemergere monumenti, edifici e infrastrutture che segnano la storia edilizia della città dal II secolo a.C. agli inizi del XIII secolo d.C.
La città fu organizzata su un impianto urbanistico regolare, ordinato su fasci di strade parallele che hanno disegnato isolati e programmato quartieri. Racchiusa entro un potente circuito di mura, fu dotata di templi, piazze, lussuose residenze per l’élite cittadina, terme, teatro e tutte quelle infrastrutture necessarie alla sua quotidianità urbana.
Per tutto l’Impero la città fu un tranquillo e florido centro agricolo e commerciale che seppe sfruttare le tante risorse del territorio dove, nel tempo, si erano insediati molti illustri cittadini di Roma.
Agli albori del Medioevo i Privernati cominciarono a rimodellare spazi, edifici e monumenti che erano stati della città classica per adattarli a nuove esigenze di vita e dar via via forma ad un’altro abitato che finì poi per chiamarsi Piperno. Nell’ottavo secolo divenne sede vescovile e simbolo della nuova comunità fu allora un grande edificio ecclesiastico, da poco scoperto all’Area archeologica, che, fra i suoi intrecci di muri, conserva ancora la storia degli ultimi secoli di vita trascorsi in questo luogo di pianura. 

La mostra:
il progetto, gli strumenti

     Margherita Cancellieri
Fossanova ieri e oggi
 
      Giovanni Maria De Rossi
Rivivere il monastero
             

 Torna alla presentazione generale



 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.