Home
Carnello - C'Arte ad Arte

CARNELLO C’ARTE AD ARTE
V  PREMIO INTERNAZIONALE DI INCISIONE
a cura di Loredana Rea
Image
Museo Civico, Piazza Mayer Ross, Sora (FR)
18 Ottobre – 2 Novembre 2008
9:30-13   16-19:30
Inaugurazione sabato 18 ottobre ore 17:30

 

Sabato 18 ottobre  alle ore 17:30 presso il Museo Civico di Sora (Fr), si inaugura la V edizione del Premio Internazionale di Incisione Carnello c’Arte ad Arte, organizzata dall’Officina della Cultura in collaborazione con l’Assessorato alla Politiche culturali del Comune di Sora, con il patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Arpino e del Comune di Isola del Liri e il sostegno della banca di Credito Cooperativo di Roma – Filiale di Sora.
La rassegna, curata dal critico Loredana Rea, con la direzione artistica di Marco D’Emilia e Guido Pecci, come per le precedenti edizioni si caratterizza per la proposta di un tema Archeologia industriale: storie di luoghi, tracce di uomini, intorno al quale giovani incisori sono invitati a lavorare per proporre una propria personale interpretazione.
Quando nel 2004 si decise di trasformare il vecchio premio Fibrenus nel Premio di incisione Carnello c’Arte ad Arte, si concluse di trattare il tema dell’archeologia industriale, intendendo per tale non solo le fabbriche, ma anche la valorizzazione di quelle donne e quegli uomini, che avevano contribuito in maniera determinante a far si che gli opifici non fossero solo delle costruzioni ma il cuore pulsante di una economia e di una società. La scelta di affrontare questo argomento era determinata dalla presa d’atto che la crisi che coinvolgeva le cartiere della Media Valle del Liri era ormai irreversibile e destinata solo ad aggravarsi, e pertanto si ritenne necessario trovare una forma che consentisse di creare una memoria; nella consapevolezza che l'archeologia industriale può essere un'occasione reale di arricchimento culturale ed il recupero di questi 'reperti', sotto qualsiasi forma, il modo migliore per collegare il nostro passato industriale, alle possibili opportunità di progresso futuro. Si scelse l’incisione, perché tra tutte le espressioni non solo è quella capace di coniugare l’uso della carta con la capacità di stabilire un costante rapporto di tensione poetica tra l’opera e il fruitore, ma anche perché, grazie alla lateralità che la contraddistingue, si pone come un campo privilegiato di verifica operativa su quei linguaggi capaci di tradurre le tensioni e le inquietudini che animano la riflessione intorno e dentro i territori dell’arte.


Loredana Rea
ANDANDO CONTROCORRENTE… 




 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.