Home
Fana, Templa, delubra

Il secondo intervento di Maria Romana Picuti e di John Sheid delinea, attraverso un percorso diacronico, il quadro religioso delle città erniche all’indomani della conquista romana. Significative sono l’interruzione della frequentazione del santuario di Santa Cecilia ad Anagni e la continuità di vita di quello dell’Osteria della Fontana, quest’ultimo sorto in prossimità della via Latina. La crescita economica e politica delle élites municipali italiche dette nuovo impulso allo sviluppo religioso attraverso alcune pratiche evergetiche, documentate ad esempio nell’iscrizione dei Betilieni conservata nella chiesa di Santa Maria Maggiore ad Alatri.
Vincenzo Fiocchi Nicolai integra e conclude il tema religioso affrontando la questione della cristianizzazione. Il suo intervento aggiorna il convegno “Il Paleocristiano in Ciociaria”, tenutosi nel 1977, attraverso un’ampia bibliografia che tiene conto di recenti ritrovamenti ed ipotesi relativi alle comunità cristiane che sorsero sul territorio delle città erniche. La documentazione analizzata interessa sia aree urbane che importanti complessi funerari che sorgono a ridosso di centri minori: vici come a Monte Vico di Anagni, oppure stationes, come ipotizzato per Colle San Quirico a Paliano. Ancora poco conosciuta è l’introduzione dell’organizzazione diocesana non documentata prima del V secolo.
L’ultima parte del testo è costituita da un catalogo in forma di schede, introdotte da una piccola storia delle città erniche, in cui sono vagliate tutte le fonti, letterarie ed archeologiche, adatte a identificare i luoghi di culto.
Il volume si presta a diventare un valido sostegno per chi intende approcciarsi allo studio della religione di un territorio omogeneo dal punto di vista storico e demografico quale è quello analizzato, grazie ad un’aggiornata bibliografia e a un’agile e ricca documentazione risultata accessibile agli studiosi grazie alla Soprintendenza Archeologica del Lazio.   


FRONTESPIZIO 

Torna a Segnalazioni



 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.