Home
CONTENITORE

La collezione nota come Tesoro del duomo di Veroli è attualmente ospitata nella cappella della Concezione, già coro d’inverno del duomo.
Del duomo di Sant’Andrea, già cattedrale di Veroli, non è possibile stabilire la data di fondazione né scandire la successione delle sospettabili diverse fasi costruttive, pur indiziate da frammenti scultorei e di arredo liturgico parzialmente custoditi nel Museo del Tesoro. Nel 1350, infatti, un grave terremoto danneggiò a tal punto l’edificio – una basilica a tre navate con transetto e presbiterio rialzato monoabsidato, cripta, copertura a capriate con archi trasversi a tutto sesto nella navata centrale – che il vescovo Adiutorio (1331-1354) ne patrocinò la massiccia ristrutturazione in chiave gotica, testimoniata dal rosone che durante i più tardi rifacimenti fu ricollocato in facciata (fig. 1). Sotto il vescovo Guido (1354-1363) fu probabilmente eretta la torre campanaria, all’estremità della navata sinistra, adiacente l’abside. Tra XVII e XVIII secolo l’edificio fu completamente rielaborato dal punto di vista architettonico e decorativo: nel 1621 con l’abbassamento del presbiterio venne soppressa la cripta, furono chiuse le due porte laterali in facciata per aprirne altrettante sui fianchi, lungo le navate furono costruite cappelle, una totale intonacatura sia dell’esterno che dell’interno obliterò quanto rimaneva delle strutture più antiche, parzialmente svelate dal terremoto del 1915. Dal 1975, il Tesoro del duomo di Veroli è allestito in un ambiente nato successivamente alla ristrutturazione settecentesca dell’edificio, con funzione di cappella della Concezione e poi di coro d’inverno dei canonici. Uno spazio moderno, dunque, che ha consentito agli architetti di ideare un allestimento del tutto svincolato dai consueti accorgimenti necessari, invece, nel caso di contenitori storici. Tale ambiente è accessibile direttamente dalla navata destra – superando una cancellata in ferro – tramite una piccola scala, poiché la cappella si trova ad un piano di calpestio più alto rispetto alla chiesa.

1


 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.