Home
CONTENITORE

Il museo è ospitato all’interno di spazi afferenti ad un ex convento francescano con annessa chiesa, che occupa circa 5000 mq (figg. 1a-b). Rimaneggiato ed ampliato più volte nel corso dei secoli – soprattutto dopo il terremoto del 1654 – il complesso fu sostanzialmente ristrutturato dopo il 1860, allorché divenne sede della Sottintendenza comunale ma il terremoto del 1915 generò l’esigenza di un altro intervento.
Dell’antica struttura sopravvivono le grandi finestre ogivali al piano superiore e le murature interne; della fase più moderna, i muri perimetrali del lato meridionale e il chiostro interno (fig. 2).

A partire dal 1984 l’edificio fu nuovamente restaurato. All’interno furono realizzati ex novo scale, solai, coperture e le partizioni interne con setti murari in acciaio, vetro, legno, mattoni in parte intonacati e in parte no. Dove possibile, vennero lasciate a vista le murature antiche e si cercò di rispettare la partizione preesistente. Le coperture, in acciaio e legno, nel sottotetto sono a vista.

Una parte del complesso ospita la sezione distaccata del Tribunale di Cassino (fig. 3), mentre un’ala del pianterreno è adibita a museo permanente e a spazio espositivo di mostre temporanee. Lo spazio adibito a museo permanente è una parte piuttosto ampia dell’area a pianterreno e occupa un braccio del convento, gli ambienti di servizio ed un cortile interno. Le antiche murature sono parzialmente ancora visibili – come nei pilastri del più ampio ambiente a livello superiore – mentre risultano intonacate nel seminterrato, ove sono attualmente sistemati i reperti della fase più antica della città (figg. 4-9).


ImageConsulta l'articolo sul restauro del contenitore e il design dell'allestimento
(D. Benedetti)

1a
1b
2
3
4
5
6
7
8
9


 

© 2007 - 2018 Latiumadiectum
e-mail: redazione@latiumadiectum.it - direttore@latiumadiectum.it
Il portale viene aggiornato senza regolare periodicità, pertanto non rientra nella categoria dell'informazione
periodica stabilita dalla Legge n.62 del 7 marzo 2001.